Servizi demografici

Residenza e cambio di indirizzo

Tipologie di richieste di residenza

  • residenza con provenienza da altro comune
  • residenza con provenienza dall’estero
  • cambiamento di abitazione nell’ambito dello stesso comune (cambio di indirizzo)
  • trasferimento di residenza all'estero

Come compilare la richiesta

La richiesta deve essere presentata attraverso il modulo ministeriale,  che viene compilato con l'aiuto di un operatore del Servizio direttamente agli sportelli anagrafici (esso viene compilato on line). Può presentare la richiesta anche una terza persona munita di documento d'identità e specifica delega.

Allegati

I cittadini italiani e stranieri devono allegare alla richiesta copia di:

  • documento d'identità di tutti i richiedenti maggiorenni
  • patente
  • libretto circolazione dei veicoli intestati ai richiedenti
  • modulo dichiarazione del proprietario dell'immobile relativa al titolo di occupazione dell'alloggio nel caso in cui il richiedente la residenza non sia proprietario dell'alloggio e non sia titolare di un contratto in corso di validità o il suo nominativo non sia indicato nel contratto
  • modulo per trasferimento minore, nel caso di trasferimento di residenza di minore senza il trasferimento di uno o entrambi i genitori.

cittadini extracomunitari dovranno allegare obbligatoriamente anche i documenti che attestano la regolarità del soggiorno in Italia previsti nell'Allegato A della modulistica ministeriale.
cittadini comunitari provenienti dall’estero dovranno dimostrare la sussistenza dei requisiti previsti dall’Allegato B della modulistica ministeriale.

Informazioni utili

  • Tutti coloro che intendono chiedere la residenza o effettuare un cambio di indirizzo all'interno del Comune di Giovinazzo, in base alla legge 23 maggio 2014 n 80, articolo 5, hanno l'obbligo di dichiarare, a pena di nullità della richiesta, il titolo di occupazione dell'alloggio (es: rogito, contratto di locazione, etc. ), compilando la sezione predisposta nel modulo di richiesta ministeriale e, qualora il richiedente non sia proprietario dell'alloggio e non sia titolare di un contratto in corso di validità o il suo nominativo non sia indicato nel contratto, è necessario fare compilare e firmare al proprietario la dichiarazione.
  • Si ricorda che il proprietario deve allegare obbligatoriamente anche la copia del suo documento di identità. Per la nuova normativa, infatti, dalle dichiarazioni sostitutive del richiedente la residenza si deve poter conoscere sempre chi è il proprietario dell'immobile (dati anagrafici, indirizzo e telefono).
  • Tutti coloro che intendono cambiare indirizzo fissando la propria dimora abituale presso un'abitazione ove già risulta risiedere altra famiglia devono richiedere ad uno dei componenti la famiglia ricevente di aderire alla dichiarazione di variazione facendo a questi sottoscrivere il relativo modulo per trasferimento; può alternativamente essere presentato il modulo dichiarazione di ospitalità 

Attenzione

  • E' consigliabile scrivere e allegare alla documentazione, le fasce orarie in cui si è presenti in casa, apporre le etichette col nome del residente su campanello e cassetta delle lettere.
  • E' obbligatorio indicare il numero interno dell'abitazione in cui ci si trasferisce anche se nel modulo ministeriale è indicato come facoltativo.
  • Se si è titolari di patente e/o si è intestatari di mezzi targati è obbligatorio compilare i campi previsti nel modello ministeriale.

Il Comune comunica la variazione della residenza alla Motorizzazione che aggiorna la residenza dell'interessato negli appositi archivi informatici.

Dal 2 febbraio 2013, per quanto riguarda i veicoli, non viene più inviato il tagliando da applicare sulla patente con la nuova residenza, rimane invece l'invio del tagliando con la nuova residenza da applicare sulla carta di circolazione. Per avere informazioni sullo stato della pratica si può contattare il numero verde 800232323

Tempi del procedimento

La registrazione della dichiarazione anagrafica, da parte dell'Ufficio Anagrafe, avviene nei due giorni lavorativi successivi alla ricezione della stessa. Entro 45 giorni dall'avvio del procedimento, dopo l'accertamento dei requisiti e le verifiche dei Vigili, senza che l’Anagrafe abbia provveduto ad inoltrare comunicazione di preavviso di rigetto (mediante lettera raccomandata), la nuova residenza si considererà confermata.

Qualora la dichiarazione risulti non corrispondente alla situazione di fatto, l’Anagrafe provvederà, previo preavviso di rigetto, ad annullare la nuova posizione anagrafica ripristinando, con effetto retroattivo, quella precedente. L’Ufficio provvederà a darne comunicazione, oltre che al dichiarante, al Comune di precedente iscrizione e, qualora sussistano i presupposti di cui agli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445/2000 (dichiarazioni mendaci), all’Autorità di pubblica sicurezza.

 

Data dell'ultimo aggiornamento:

28/12/2018

 
 
Powered by Phoca Download